Il sangue delle donne in gravidanza è letale per gli uomini?

Il sangue delle donne in gravidanza è letale per gli uomini?

Il sangue delle donne in gravidanza è letale per gli uomini?

Merita Cami Notizie

Il sangue delle donne in gravidanza è letale per gli uomini?

Merita Cami Notizie

Merita Cami Notizie

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (3 Recensioni)

Uno nuovo studio suggerisce che gli uomini che ricevono sangue da donne che hanno avuto almeno una gravidanza, hanno più probabilità di morire dopo la trasfusione.

I ricercatori ritengono che gli anticorpi che le donne acquisiscono durante la gravidanza, per proteggere il bambini, possono causare reazioni fatali negli pazienti di sesso maschile.

La causa più comune di morte connessa alla trasfusione di sangue è la lesione acuta dei polmoni. Anche se gli scienziati avvisano che sono necessari altri studi per confermare quello che si è scoperto, dicono che: se i risultati fossero veri, avrebbero implicazioni cliniche significative..

Il Dott. Rutger Middelburg, da Sanquin Research a Leiden e colleghi scrivendo nel Journal of American Medical Association hanno affermato che:

Tra i maschi che hanno ricevuto una trasfusione da donatrici in stato di gravidanza, si è verificato un aumento significativo delle statistiche di mortalità, rispetto a coloro che hanno ricevuto la trasfusione da altri maschi o da donatrici che non aveva mai passato una gravidanza.

Questo fatto suggerisce un possibile meccanismo basato su cambiamenti immunologici che si verificano durante la gravidanza.

Una spiegazione alternativa potrebbe essere una differenza per quanto riguarda il ferro tra le donatrici mai in gravidanza. Alcuni studi riportano anche differenze nella fisiologia dei globuli rossi tra i sessi.

Gli scienziati hanno analizzato i tassi di mortalità tra 31.118 pazienti che hanno ricevuto 59.320 trasfusioni di globuli rossi in 6 ospedali olandesi tra il 2005 e il 2015. In totale, quasi 4.000 pazienti (il 13%) sono morti dopo la somministrazione del sangue.

Da tutti gli uomini che hanno contribuito a 1.000 anni di studio (derivante dalla somma degli anni dei pazienti), ci sono stati 101 morti dopo la trasfusione da una donatrice in stato di gravidanza rispetto a 80 dopo aver ricevuto il sangue da un donatore maschio.

Il sangue da donatrici che non erano mai state in stato di gravidanza erano associati a solo 78 morti maschi per 1.000 persone/anno. Per i destinatari di età inferiore ai 50 anni, il rischio di morte è in media 1.5 volte maggiore, il che corrisponde approssimativamente ad un aumento del 6% circa della mortalità ovvero circa il 2% in 3 anni di approfondimenti.

Commentando i risultati, lo statistico professor Kevin McConway, della Open University, ha sottolineato che l'aumento del rischio era non enorme e poi ha aggiunto:

Questo è uno studio osservazionale ed è sempre difficile stabilire che cosa ha causato tali studi. Forse c'è una certa differenza tra gli uomini che hanno ricevuto sangue da donne che erano state incinte e gli uomini che avevano ricevuto sangue da altri donatori, ma che non hanno niente a che fare con la fonte del sangue che hanno ricevuto. Anche se l'effetto sulla mortalità è reale, tutti i dati provengono dalla popolazione dei Paesi Bassi e le cose possono funzionare in modo diverso in popolazioni con diverso background genetico.

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.