20 super alimenti per vivere sani e a lungo

20 super alimenti per vivere sani e a lungo

20 super alimenti per vivere sani e a lungo

Merita Cami Notizie

20 super alimenti per vivere sani e a lungo

Merita Cami Notizie

Merita Cami Notizie

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (5 Recensioni)

Per vivere sani e a lungo è fondamentale alimentarsi con cibi reali e noi vi presentiamo 20 super alimenti dai potenti benefici.

6 alimenti per il cervello

Si può aumentare la capacità cerebrale con i cibi che mangiamo? C'è da scommetterci! In cima all'elenco dei Super Foods che stimolano il cervello sono gli alimenti ad alto contenuto di grassi sani. Questo non dovrebbe sorprendere considerando che il cervello è costituito principalmente da grassi.

1. Avocado
Sono fonte di acido oleico sano (grassi monounsaturated, che si trova anche nell'olio d'oliva) e aiuta a diminuire l'infiammazione. È stato dimostrato che l'avocado è in grado di combattere efficacemente quasi tutti gli aspetti della sindrome metabolica, un fattore di rischio correlato alla demenza e molte altre malattie croniche. Oltre ai grassi sani, gli avocado forniscono circa 20 sostanze nutritive essenziali, tra cui il potassio che aiuta a bilanciare il rapporto tra lo stesso e sodio.
2. Olio di cocco biologico
Risulta eccellente per la tiroide e il metabolismo, i suoi acidi grassi sono una fonte di ketoni i quali agiscono come un'alternativa di combustibile per il cervello che può aiutare a prevenire l'atrofia cerebrale associata alla demenza. Gli acidi grassi inoltre forniscono altri benefici per la salute, tra cui accelerano il metabolismo e combattono gli agenti patogeni.
3. Burro
Quello proveniente da allevamenti di animali alimentati con erba. Circa il 20% del grasso del burro è costituito da acidi grassi a media catena che vengono utilizzati, simile a un carboidrato per fornire rapidamente energia e pertanto non contribuiscono a livelli di grasso nel sangue.
4. Uova biologiche
Molti degli alimenti sani sono ricchi di colesterolo e di grassi saturi e le uova non fano eccezione. Il colesterolo è necessario per la regolazione delle vie proteiche coinvolte nella segnalazione cellulare e in altri processi (sempre cellulari). È particolarmente importante per il cervello che contiene circa il 25% del colesterolo del corpo.
5. Salmone selvatico d’Alaska
La maggior parte dei pesci soffre d'inconvenienti legati alla contaminazione. Il salmone selvaggio dell'Alaska e altri piccoli pesci grassi, come le sardine e le acciughe, sono ancora degni di nota per l'apporto di benefici per la salute a causa del basso rischio di contaminazione. Il salmone selvaggio e altri pesci oleosi sono ad alto contenuto di grassi Omega-3, necessari per la salute ottimale del cervello (e del cuore). Le ricerche suggeriscono anche che mangiare pesce grasso 1 o 2 volte alla settimana può aumentare la durata della vita. Evitare comunque il salmone d'allevamento in quanto è stato identificato come uno degli alimenti più tossici del mondo.
6. Noci biologiche come macadamia e noci pecan
Le noci di macadamia hanno il più alto contenuto di grassi, proteine e carboidrati; circa il 60% del grasso è l'acido oleico grasso monoinsaturo. Questo livello è stato trovato nelle olive, che sono ben noti per i benefici sulla salute. Una singola porzione di noci di macadamia fornisce anche il 58% del contenuto giornaliero di manganese che serve e il 23% di tiamina giornaliero raccomandato. I pecan sono vicino alle noci di macadamia sulla scala di grassi e proteine e, contengono anche magnesio anti-infiammatorio, acido oleico per un cuore sano, antiossidanti fenolici e manganese immunostimolante.

3 alimenti per la salute del cuore

Il cuore proprio come il cervello ha bisogno di grassi sani, quindi dagli alimenti sopra elencati ne gioverà anche il cuore. Inoltre vi sono altri 3 (molto noti) alimenti per la salute cardiovascolare.

1. Barbabietole crude o fermentate
La ricerca dimostra che le barbabietole hanno potenti benefici sulla salute a causa dell'elevato contenuto di nitrati. Il corpo trasforma quest'ultimi in ossido nitrico che aumenta l'ossigenazione e il flusso sanguigno e ha un impatto positivo sui sistemi circolatori e immunitari. Il succo di barbabietole crude può abbassare la pressione sanguigna di una media di 4 o 5 punti in poche ore. Poiché il 36% della barbabietola è zucchero semplice, se si soffre di diabete o si è insulino-resistenti, le barbabietole fermentate sarebbero un'opzione preferibile, in quanto la fermentazione riduce significativamente il contenuto di zuccheri. La barbabietola è inoltre una grande fonte di probiotici sani.
2. Rucola
Contiene flavonoidi noti per aiutare a migliorare la funzionalità dei vasi sanguigni, aumentare il flusso sanguigno, abbassare la pressione sanguigna l'infiammazione. La rucola ha persino proprietà di pulizia per contrastare gli effetti d'avvelenamento dei metalli pesanti nel sistema, in particolare nel fegato e, aiuta a eliminare i pesticidi e gli erbicidi presenti nel corpo.
3. Germogli
La raccolta delle verdure prima del raggiungimenbto della maturità consentono di mangiare meno in termini di volume. Questo è un modo semplice per migliorare notevolmente l'alimentazione, ovvero sostituire la lattuga con i germogli nell'insalata.

4 alimenti per la salute dell'intestino

1. Il kefir da animali alimentati con erba vera
Questo prodotto a base di latte che è facile da fare a casa, è carico di probiotici. Inoltre contiene fibra, un'altra importante fonte di nutrimento per i batteri sani dell'intestino.
2. Verdure fermentate
Uno dei modi migliori e meno costosi per ottimizzare il microbioma è quello di eliminare zuccheri e zuccheri trasformati e mangiare cibi tradizionalmente fermentati. Si hanno molte scelte, in quanto si può facilmente fermentare qualsiasi verdura che piace.
3. Brodo osseo biologico
Il brodo osseo è probabilmente uno dei piatti più antichi già all'età della pietra. Può anche essere uno dei guaritori di tanti problemi connessi alla salute. È molto digeribile e contiene componenti per trattare l'impermeabilità intestinale e le malattie autoimmuni.
4. Psillio organico
Psillio è una fibra alimentare sana che aiuta a nutrire i batteri sani dell'intestino, riduce l'infiammazione intestinale e può fornire qualche sollievo dalla sindrome dell'intestino irritabile. La quantità giornaliera raccomandata di fibre è compresa tra i 20 e 30 grammi, circa 50 grammi per 1.000 calorie consumate è la quantità l'ideale.

2 spezie anti infiammatorie

1.Curcuma
Soprannominata la spezia della vita ha una lunga storia per la medicina ayurvedica e la medicina tradizionale cinese. Il suo composto bioattivo (curcumina) aiuta a mantenere un sano sistema digestivo, modula circa 700 geni, controlla positivamente più di 160 differenti vie fisiologiche, migliora l'ordine delle membrane cellulari e interagisce direttamente con le molecole infiammatorie per aiutare a diminuire l'infiammazione. La ricerca mostra inoltre che svolge una potente attività anticancro.
2. Zenzero
È anche noto per le sue qualità medicinali. L'Accademia delle Scienze di New York ha recentemente pubblicato una recensione che mostra come lo zenzero può proteggere da una vasta gamma di malattie croniche, in parte a causa dei suoi effetti benefici sullo stress ossidativo e l'infiammazione. Come curcuma, anche lo zenzero è stato dimostrato di svolgere attività antitumorale, guidando l'apoptosi mitocondriale mediata (morte programmata della cellula), diminuendo la dimensione dei tumori della prostata senza disturbare i tessuti normali.

2 alimenti che rafforzano il sistema immunitario

Il sistema immunitario è la prima linea di difesa contro tutte le malattie e, la maggior parte delle funzioni immunitarie risiede o inizia dall'intestino. Anche per questo motivo i cibi già citati contribuiranno ad aumentare le funzioni immunitarie. Oltre a queste, le seguenti 2 categorie sono degne di nota speciale.

1. Aglio e cipolla
Contengono zolfo e allicina che hanno molti effetti favorevoli sulla salute. Le ricerche dimostrano che l'aglio può inibire una vasta gamma di malattie, riducendo l'infiammazione, aumentando la funzione immunitaria e migliorando la salute cardiovascolare. È stato anche dimostrato che combatte almeno 14 tipi diversi di cellule tumorali tra cui cellule tumorali del cervello, polmone, seno, gastrico e pancreas. Le cipolle sono ricche di proprietà vantaggiose, sono antiallergici, anti-histaminici, anti-infiammatori e antiossidanti. Le cipolle sono particolarmente ricche di flavonoidi polifenolici chiamati quercetina, un potente antiossidante con proprietà antistaminiche e antinfiammatorie che possono aiutare a combattere le malattie croniche come le allergie, le malattie cardiache e il cancro.
2. Funghi
Oltre a essere ricchi di proteine, fibre, vitamine B e C, calcio e minerali, i funghi sono un'ottima fonte d'antiossidanti come ergotioneina. Uno studio pubblicato sulla rivista Nature ha esaminato l'importanza dell'ergotioneina, che sembra avere un ruolo molto specifico nel proteggere il DNA dal danno ossidativo.

3 alimenti anticancro da consumare più frequentemente

Molti alimenti che abbiamo riportato in questo articolo appartengono a questa sezione. Altri 3 alimenti con una potente attività chemio-protettiva che in molti non mangiano abbastanza sono:

1. Broccoli (e altre verdure crocifere)
Il broccolo ha sicuramente guadagnato il suo posto tra gli alimenti chemio-protettivi grazie a composti vegetali come sulforafano, glucorafanina, composti fenolici e diindolilmetano. Le ricerche dimostrano che il sulforafano provoca l'apoptosi (morte cellulare programmata) nel colon, prostata, seno e cellule del cancro del polmone indotte dal tabacco. Per ottimizzare veramente questi benefici, assicurarsi di mangiare le verdure crocifere con l'aggiunta di polvere di semi di senape biologica. Se non piacciono i broccoli, tenere presente che molti dei membri della famiglia delle crucifere hanno composti vegetali simili e benefici per la salute.
2. Porri
È una verdura strettamente imparentata con cipolle e aglio e ha molto da offrire in termini di buona salute. Come l'aglio, molti dei suoi effetti terapeutici, derivano dai suoi composti contenenti zolfo, come l'allicina. I porri contengono anche kaempferol, un flavonolo naturale presente anche nei broccoli e nei cavoli che la ricerca ha collegato a un minor rischio di cancro.
3. Cumino nero
Noto anche come il seme nero (Nigella Sativa). Ha almeno 20 diverse azioni farmacologiche, tra cui proprietà antibatteriche naturali, antiossidanti, protettive renali e gastro-protettive. Alcuni lo hanno addirittura definito un seme di benedizione perché fornisce protezione contro le malattie cardiache e il cancro.
Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.