Cos'è il THC e va bene per me?

Cos'è il THC e va bene per me?

Cos'è il THC e va bene per me?

Merita Cami Notizie

Cos'è il THC e va bene per me?

Merita Cami Notizie

Merita Cami Notizie

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (6 Recensioni)

Ci sono centinaia d'ingredienti attivi nella pianta di cannabis, ma pochi di questi hanno ricevuto tanta attenzione come il tetraidrocannabinolo o semplicemente THC.

Il THC fu scoperto nel 1964 dallo scienziato israeliano dott. Raphael Mechoulam che da questa scoperta ha conquistato il centro della scena mondiale della cannabis. Questo popolare cannabinoide psicoattivo va bene per te? Continua a leggere per capire di più.

Cos'è il THC o il tetraidrocannabinolo e va bene per me?

Il THC o il tetraidrocannabinolo è il cannabinoide più comune nella marijuana. È l'ingrediente che dà alla cannabis i suoi effetti psicoattivi ed è una delle parti più potenti della pianta quando si tratta dei benefici medicinali. Come ogni sostanza chimica ci possono essere anche effetti collaterali e persone che non lo possono usare. Alcuni trovano gli effetti collaterali del THC schiaccianti ed è controindicato per determinate condizioni.

Il THC mi farà sballare?

Sì! Il THC è una sostanza psicoattiva che può causare cambiamenti temporanei dell'umore. Un effetto comune è la sensazione di benessere, chiamata euforia o detto anche "sballo" in altri termini. Le persone possono reagire al THC in modi diversi.

Se assumi alte quantità di certi tipi di cannabis in THC, potresti avere effetti collaterali temporanei come ansia, bocca secca, aumento della frequenza cardiaca o difficoltà di concentrazione. La cannabis può fare venire temporaneamente le vertigini o distrazione e potenzialmente può creare dipendenza.

Per cosa viene usato il THC?

Il THC ha diversi impieghi. La ragione più comune per cui i pazienti usano la cannabis è per alleviare il dolore e il THC svolge in questo un ruolo importante. Altri ingredienti della cannabis possono ridurre il dolore come viene dimostrato da alcuni studi. I pazienti usano THC anche per depressione e ansia, nausea, spasmi e disturbi del sonno, insieme ad altre condizioni.

Da dove viene il THC?

Il THC proviene dalla pianta di cannabis, ma può anche essere prodotto sinteticamente. I pazienti per esperienza diretta riferiscono che la cannabis funziona meglio rispetto ai farmaci sintetici. Questo è in parte dovuto al fatto che la cannabis di solito contiene una varietà di composti che lavorano insieme per creare un effetto entourage. Gli altri farmaci hanno solo THC sintetico e i pazienti riportano effetti collaterali negativi non presenti nella cannabis.

Quant’è una dose di THC?

Ufficialmente una dose è di 10 mg, ma il giusto dosaggio per il THC dipende molto dalla persona che lo assume e dalle condizioni per cui viene assunto. Quando e se necessario, è corretto iniziare con piccole dosi da 2.5 mg. Questa quantità può andare bene nella maggior parte delle situazioni, ma certamente ogni condizione particolare può richiedere altri dosaggi.

Chi non dovrebbe usare il THC?

Il THC può essere controindicato per alcune condizioni. Le persone con una storia familiare di schizofrenia o altre malattie mentali dovrebbero essere consapevoli che il THC - come altri farmaci incluso l'alcol - può peggiorare questa condizione. Il THC può anche abbassare la pressione sanguigna e aumentare il battito cardiaco, così gli individui con determinate condizioni cardiache potrebbero essere a maggior rischio.

I medici consigliano alle donne in gravidanza o allattamento di non usare il THC. Generalmente il THC non è raccomandato per gli individui con disturbi da uso di sostanze, incluso il disturbo da uso di cannabis. Il THC è anche inappropriato per i giovani, i cui sistemi di ricompensa del cervello sono ancora in via di sviluppo. L'uso di cannabis giovanile è associato a una maggiore probabilità di disturbi da uso di cannabis in età adulta.

Non combinare il THC con altri farmaci incluso l'alcol. Consultati con un medico specializzato in cannabinoidi per scoprire se il THC è sicuro per te.

Come faccio a eliminare il THC dal corpo?

La presenza di THC scompare dal corpo in meno di un giorno, alcuni test cercano un metabolita del THC chiamato THC-COOH che può rimanere presente nelle cellule di grasso fino a 6 settimane a seconda della frequenza di utilizzo e di altri fattori. L'unico modo per assicurarsi l'eliminazione del THC-COOH dal corpo è interrompere l'uso di THC e lasciare passare il tempo necessario affinché i metaboliti possano ripulire l'organismo.

Cos’è il THC sintetico?

Molte persone sottoposte ai test antidoping cercheranno altre sostanze chimiche non regolamentate considerate THC sintetico per ottenere gli stessi effetti del cannabis senza risultare positivi ai test. I prodotti chimici considerati THC sintetici sono spesso farmaci di origine straniera che agiscono sullo stesso sistema di segnalazione elettro-chimica dei nervi, chiamato sistema endocannabinoide.

Tuttavia, le sostanze chimiche sintetiche di THC sono spesso centinaia o migliaia di volte più potenti del THC e possono causare gravi lesioni irreversibili per tutta la vita e spesso la morte. Non usare mai prodotti THC sintetici!

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.