Ogni minuto conta contro l'Alzheimer

Ogni minuto conta contro l'Alzheimer

Ogni minuto conta contro l'Alzheimer

Merita Cami Salute

Ogni minuto conta contro l'Alzheimer

Merita Cami Salute

Merita Cami Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (2 valutazioni)

Si può prevenire l'Alzheimer? Qual'è lo stile di vita da seguire per abbassare il rischio?

La malattia di Alzheimer è diventata uno dei problemi più urgenti e tragici per la salute pubblica, le conseguenze sociali, economiche e la sua capacità di sopraffare completamente il paziente e gli assistenti. Questo tsunami di Alzheimer è una profonda tragedia umana, a causa della lunghezza di tempo che le persone vivono con la malattia e la cura di bisogno.

Quali sono le cause della malattia di Alzheimer?

Si dice spesso che le cause di base della malattia di Alzheimer sono sconosciute, ma ci sono numerose teorie. La ricerca suggerisce che la malattia di Alzheimer può avere una componente infettiva che sta diventando troppo abbondante per essere ignorata. Oltre a virus, batteri e funghi, una proteina infettiva chiamata TDP-43, che si comporta come le proteine infettive noto come prioni, è stata legata alla malattia.

La ricerca inoltre evidenzia come la malattia di Alzheimer è connessa alla resistenza all'insulina, come abbiamo parlato in questo articolo "Esiste un legame tra Alzheimer e diabete". Anche una lieve elevazione dello zucchero nel sangue è associata ad un elevato rischio di demenza.

Dalla sua ricerca, il dott. David Perlmutter, autore di Brain Brain e Brain Maker, ha concluso che la malattia di Alzheimer è prevalentemente incline dalle scelte di stile di vita.

La malattia di Alzheimer è prevedibile?

Una ricerca indica alcuni fattori che possono essere controllati per ridurre il rischio. Ad esempio, gli anziani con carenza di vitamina D possono aumentare il loro rischio per la demenza del 125% e la carenza di vitamina D è associata ad un rischio all'aumentato della demenza e della malattia di Alzheimer. Sufficiente presenza di vitamina D (da 50 a 70 nanogrammi) nell'organismo è indispensabile per la salute generale e probabilmente anche per la salute del cervello.

L'esercizio fisico può anche ridurre il rischio di malattia ed aiutare con il trattamento. In uno studio, i pazienti con diagnosi di Alzheimer lieve/moderato che hanno partecipato ad un programma di esercitazione fisica controllata di 4 mesi, hanno avuto significativamente meno sintomi neuropsichiatrici associati alla malattia rispetto al gruppo di controllo che non ha effettuato esercitazione fisica.

Strategie di stile di vita per abbassare il rischio dell'Alzheimer

Fintanto che una svolta medica può sviluppare una cura per questa malattia, la prevenzione resta la migliore strategia per combatterla. La dieta gioca un ruolo essenziale. Una combinazione di pochissimo zucchero con carboidrati bassi abbinato a maggiori quantità di grassi sani è un buon punti di partenza. Ecco una lista non esaustiva di punti da tenere in considerazione:

  • sostituire gli alimenti trasformati con alimenti reali
  • evitare lo zucchero ed il fruttosio raffinato
  • ottimizzare il rapporto omega-6-a-3, idealmente dovrebbe essere da 1÷1 a 5÷1
  • evitare il glutine e la caseina
  • optare per la carne biologica ed animali alimentati con erba
  • ottimizzare la flora intestinale
  • ridurre il consumo complessivo di calorie
  • migliorare i livelli di magnesio
  • fare attività fisica regolarmente
  • evitare ed eliminare il mercurio e l'aluminio dal corpo
  • evitare le vaccinazioni influenzali
  • stimolare la mente quotidianamente
Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.