La depressione è correlata all'assunzione di zucchero

La depressione è correlata all'assunzione di zucchero

La depressione è correlata all'assunzione di zucchero

Mercedes Fejzollari Salute

La depressione è correlata all'assunzione di zucchero

Mercedes Fejzollari Salute

Mercedes Fejzollari Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (1 Recensione)

Un elevato consumo di zucchero è legato ai problemi della salute, tra i quali comuni disturbi mentali come la depressione.

Esiste un legame tra il consumo di molto zucchero e i disturbi della mente. Infatti, l'organizzazione mondiale della sanità raccomanda che vengano diminuite le dosi di assunzione giornaliera di zuccheri (escludendo lo zucchero che si trova naturalmente in frutta, verdura e latte) almeno del 5%.

Gli abitanti del Regno Unito consumano il doppio della quantità necessaria di zucchero, e negli Stati Uniti il triplo. 3/4 di questi zuccheri aggiunti provengono da dolci e bevande. Il resto proviene da altri alimenti trasformati, come il ketchup.

Allo stesso tempo, 1 individuo ogni 6 in tutto il mondo soffre di un comune disturbo mentale, come il disturbo dell'umore o d'ansia.

Esiste una connessione tra il consumo di zucchero e i disordini mentali comuni?

I ricercatori, dal Baylor College negli Stati Uniti, nel 2002 hanno scoperto che i tassi più elevati di consumo di zucchero raffinato sono stati associati a più alti tassi di depressione.

Più recentemente, uno studio del 2015, tra quasi 70.000 donne ha trovato maggiori probabilità di depressione in coloro che hanno un elevato apporto di zuccheri aggiunti, ma non in quelli con un elevato apporto di zuccheri naturali, come quelli che si trovano nella frutta.

Lo stretto legame

Uno studio sui ratti ha scoperto che le diete ad alto contenuto di zucchero e grassi possono ridurre una proteina denominata BDNF che influenza la crescita e lo sviluppo delle cellule nervose nel cervello. Si pensa che questa proteina sia coinvolta nello sviluppo della depressione e dell'ansia.

Un altro colpevole potrebbe essere la dopamina in quanto si è rilevato, in uno studio che ha sempre utilizzato i ratti, che i cibi dolci potrebbero creare dipendenza tanto quanto la cocaina. Questo potrebbe influenzare la dopamina, una sostanza chimica del cervello. La dopamina è anche pensata per influenzare l'umore e la dipendenza è associata ad un rischio più elevato di sviluppare un disturbo dell'umore.

Un'altra possibile causa biologica è l'infiammazione. Le diete a elevati zuccheri possono aumentare l'infiammazione - una reazione protettiva del corpo, normalmente diretta contro i microrganismi o le sostanze estranee.

Mentre i segni comuni d'infiammazione, come l'arrossamento, sono lontani da un disturbo dell’umore, i sintomi che ci tengono a letto con il raffreddore causato dall'infiammazione di questo tipo sono molto più vicini, come per esempio la bassa energia e l'incapacità di concentrarsi. La ricerca in corso suggerisce che i disturbi dell'umore potrebbero essere legati all'infiammazione, almeno in alcuni casi.

Infine, l'assunzione di zuccheri potrebbe essere associata ad altri fattori, come l'obesità, che in sé può demoralizzare l'umore e quindi causare la depressione.

Nonostante ci siano ancora degli interrogativi su questo tema, ciò che è certo è che lo zucchero è associato ad una serie di problemi di salute, tra cui il decadimento dei denti, il diabete di tipo 2 e l'obesità. Quindi il taglio dello zucchero è probabilmente una buona idea, indipendentemente dal fatto che provoca disturbi dell'umore o meno; non ti pare?

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.