La cefalea

La cefalea

Christian Simeoni Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (5 Recensioni)

La cefalea o il mal di testa è una patologia molto frequente che colpisce entrambi i sessi di tutte le fasce di età.

Esistono vari tipi di cefalea (muscolo-tensiva, a grappolo, emicrania, ...), ma la letteratura scientifica internazionale ancora non si è uniformata nell'interpretazione della genesi e nella definizione della terapia più opportuna.

Il Sistema Posturale e la psiche regolano il tono di tutti i muscoli del corpo, compresi quelli della testa, al cui interno passano fitte trame di nervi e di vasi arteriosi e venosi.

Un'anomalia del Sistema Posturale può esitare in un aumento abnorme delle contrazioni muscolari craniche, con alterato funzionamento delle strutture embricate con le fibre muscolari ed intensa stimolazione delle vie del dolore.

La tendenza automatica a contrarre i muscoli del distretto cervicale e craniale è indipendente dal controllo volontario, potendosi presentare anche durante il riposo notturno.

Uno degli obiettivi della posturologia associata alle tecniche di medicina manuale consiste nel mettere i pazienti in condizione di percepire e destrutturare il riflesso condizionato della contrazione muscolare lavorando riprogrammando la postura, sbloccando eventuali contratture della muscolatura paravertebrale e insegnano tecniche di rilassamento o autoipnosi.

Non è da escludersi nei casi resistenti alle terapie sopra descritte la terapia farmacologica che va ponderata in base al paziente partendo sempre da farmaci blandi per arrivare ove necessario a farmaci specifici anche se nella mia pratica clinica grandi risultati si possono ottenere senza l'utilizzo di farmaci.

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.