Istamina è la sostanza responsabile dei sintomi allergici

Istamina è la sostanza responsabile dei sintomi allergici

Istamina è la sostanza responsabile dei sintomi allergici

Merita Cami Salute

Istamina è la sostanza responsabile dei sintomi allergici

Merita Cami Salute

Merita Cami Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (3 Recensioni)

Sintomi come starnuti o irritazioni possono indicare un'allergia, ma molti sono causati dall'eccesso di istamina che se accumulata può condurre a seri disagi.

Se hai avuto allergie di tipo orticaria, congestione nasale, mal di testa o tosse, sicuramente conosci l'istamina che il tuo corpo produce ed è quello che trasmette la maggior parte dei sintomi più comuni nelle allergie. Il tuo corpo non è attrezzato a gestire grandi quantità di questa sostanza e cerca di neutralizzala producendo l'adrenalina che a sua volta può dare inizio all'ansia o addirittura attacchi di panico. L'intolleranza all'istamina è un disordine che causa sintomi i quali sono abbastanza seri da indurre a sconforto, ma troppo vaghi per essere diagnosticati dal medico che può ignorare questa comune condizione e tratta i sintomi senza capire le cause.

Intolleranza all'istamina ed i suoi sintomi

L'Istamina è un neurotrasmettitore chimico ed una piccola quantità è sempre presente nel nostro corpo e si muove in mezzo ai neuroni del sistema nervoso. La stimolazione costante dei neuroni causa una reazione allergica scatenando il sistema immunitario che a sua volta rilascia l'istamina dando così vita a tante reazioni allergiche. L'intolleranza all'istamina è un disordine che causa un'ampia gamma di sintomi ed è spesso confusa con molte altre patologie. Qualunque sia la causa scatenante, ogni cosa, dalle allergie e permeabilità intestinale - alla carenza degli enzimi e consumo degli alimenti ricchi d'istamina, può condurre ad alti livelli della stessa sostanza e non è esagerato dire che questa intolleranza ti può far diventare veramente infelice con sintomi seriamente spiacevoli come:

  • mal di testa, emicrania
  • difficoltà nell'addormentarsi o sonno leggero
  • ipertensione
  • nausea, vomito
  • fatica
  • crampi addominali
  • ciclo mestruale anormale
  • vertigini e capogiri
  • aritmia
  • difficoltà nel regolare la temperatura corporea
  • orticaria
  • gonfiore
  • arrossamento
  • difficoltà a respirare e congestione nasale
  • dolore al petto
  • congiuntivite
  • confusione

Alimenti con bassi livelli di istamina

Oltre ad essere prodotta dal sistema immunitario, l'istamina può anche essere assorbita dagli alimenti che la contengono oppure prodotta dalla flora intestinale. Nelle persone sane la quantità di istamina viene bilanciata dagli enzimi che l'intestino tenue rilascia, ovvero quando questo è in salute contiene abbastanza enzimi da eliminare l'istamina. Ecco l'importanza della flora batterica nel creare o distruggere l'istamina in caso in cui si prendono antibiotici o vi sono cambiamenti drastici nella dieta, situazioni che possono dare inizio all'intolleranza. Noi quindi dobbiamo dare una mano al nostro corpo consumando alimenti a basso contenuto d'istamina come:

  • olio d’oliva e olio di cocco
  • tisane e tè
  • mango, pere, mele, kiwi, uva, meloni
  • sardine, salmone (solo pescato)
  • uova biologiche, allevate a terra
  • latte di mandorle, latte di cocco, latte di riso
  • erbe ricche di foglie
  • verdure fresche escluso pomodori, spinaci, avocado, melanzane che sono alimenti di contenuto medio
  • carne rossa e pollame che sono stati alimentati con l’erba

Per tutti coloro che vivono un'intolleranza all'istamina, è indispensabile per un periodo di tempo eliminare gli alimenti ad altissimo livello della sostanza come pesce affumicato, pesce in scatola o ad alto livello come formaggio stagionato, alimenti fermentati, yogurt, prosciutto crudo. È inoltre possibile ottimizzare la quantità degli enzimi utili, riducendo l'istamina, arricchendo la dieta con vitamina C e B6.

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.