Dieta a basso contenuto di sodio danneggia la salute

Dieta a basso contenuto di sodio danneggia la salute

Dieta a basso contenuto di sodio danneggia la salute

Merita Cami Salute

Dieta a basso contenuto di sodio danneggia la salute

Merita Cami Salute

Merita Cami Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (6 Recensioni)

I sintomi da carenza di sodio includono affaticamento muscolare, spasmi, crampi e palpitazioni cardiache, ma possono scomparire aggiungendo sale alla dieta.

Il sale è davvero pessimo per la pressione del sangue? James DiNicolantonio, Pharm.D., risponde a questa e a molte altre domande relative al sale nel proprio libro, «The Salt Fix: Perché gli esperti hanno sbagliato tutto e come mangiare più sale potrebbe salvarti la vita». DiNicolantonio è un farmacista ed è proprio lavorando che gli è emerso l'interesse per questo alimento culinario.

Alcuni individui che soffrivano di pressione alta sono stati messi, dal proprio medico curante, a dieta a basso contenuto di sale e tutti hanno accusato sintomi di affaticamento muscolare, spasmi muscolari, crampi e palpitazioni cardiache.

Quello che ho fatto è stato consigliare a questi pazienti di ritornare nello studio del medico in modo da riferire questi sintomi per chiedere di alzare i livelli di sodio nel sangue per via della carenza del sale.

Ero abbastanza sicuro che questi pazienti erano gravemente disidratate. Avevano bassi livelli di sodio nel sangue. Nel giro di pochi giorni, semplicemente aumentando l'assunzione di sale, gli sintomi scomparvero.

James DiNicolantonio, Pharm.D.

Questa è una lezione importante perché in realtà è difficile consumare quantità nocive di sodio. Queste esperienze del mondo reale hanno spinto DiNicolantonio a scrivere un libro, nel quale fornisce anche una prospettiva storica sull'uso del sale.

L'uso del sale nella storia

Il sale è stato ampiamente e regolarmente usato nel corso della storia. In effetti, storicamente, le persone consumavano più di 10 volte la quantità di sale che consumiamo oggi poiché era un conservante alimentare prima dell'invenzione dei frigoriferi. I giapponesi e i sudcoreani vivono più a lungo pur consumando quantità elevate di sale.

Nel 1600 in Svezia, si stima che la persona media consumava 100 grammi di sale al giorno. Oggi, la maggior parte delle persone riceve 10 grammi di sale al giorno o anche meno (1 cucchiaino di sale equivale a 2.300 mg (milligrammi) di sodio. L'aumento sfrenato della pressione alta è iniziato successivamente al 1900.

L'aumento dell'ipertensione, dell'obesità e del diabete a partire dai primi anni del 1900 è in realtà in parallelo con la riduzione del consumo di sale perché il frigorifero ha avuto una prevalenza molto elevata negli anni '30 e '40. L'assunzione di sale è diminuita mentre le malattie croniche aumentavano. Il corpo umano controlla l'aumento di consumo di sale. Non vi è mai stata alcuna prova che l'aumento dell'apporto di sale nella dieta quotidiana abbia eguagliato qualsiasi aumento di qualsiasi malattia cronica.

James DiNicolantonio, Pharm.D.

Le raccomandazioni a basso contenuto di sale fanno probabilmente più male che bene

Secondo DiNicolantonio, la pressione del sangue può effettivamente scendere quando si riduce l'assunzione di sale. Il problema è che il rapporto colesterolo totale con la lipoproteina ad alta densità (HDL), che è un fattore predittivo molto migliore delle malattie cardiache rispetto alle lipoproteine a bassa densità (LDL), peggiora insieme a questo. Anche i trigliceridi e l'insulina aumentano.

Quindi nel complesso, il rischio di malattie cardiache aumenta piuttosto che diminuire, anche se le letture della pressione sanguigna sembrano migliorate. Quel che è peggio è che con la carenza di sale aumenta anche le possibilità di sviluppare la resistenza all'insulina perché uno dei modi in cui il corpo conserva il sale è alzando il livello di insulina. L'insulina più alta aiuta i reni a trattenere più sale.

Ho visto studi in cui le diete a basso contenuto di sale in realtà sono altrettanto dannose come l'aggiunta di elevate quantità di zucchero, per quanto riguarda i picchi nei livelli di glucosio che si vedono dopo un test di tolleranza al glucosio orale. Questo è un minerale chiave di cui abbiamo bisogno per assicurarci di averne abbastanza. Altrimenti ciò potrebbe contribuire all'insulino-resistenza e all'aumento della conservazione del grasso.

James DiNicolantonio, Pharm.D.

La resistenza all'insulina, a sua volta, è un segno distintivo delle malattie cardiache e anche della maggior parte delle malattie croniche. Non prendendo in considerazione l'intero quadro della malattia, i consigli dietetici a basso contenuto di sale potrebbero causare più danni che benefici.

Le diete a basso contenuto di sodio decimano i livelli di magnesio e calcio

Lo stato salino del corpo controlla direttamente anche i livelli di magnesio e calcio. Se non si ottiene abbastanza sale il corpo inizierà a tirare il sodio dalle ossa e staccherà anche magnesio e calcio da esse per mantenere un normale livello di sodio. Inoltre il corpo tenterà di mantenere il livello di sodio diminuendo la quantità persa tramite il sudore, eliminando al suo posto magnesio e calcio. In terzo luogo, il basso contenuto di sodio eleverà l'aldosterone, un ormone che trattiene il sodio, che riduce così anche il magnesio facendolo passare attraverso l'urina.

Una dieta povera di sodio è quindi una delle peggiori cose che si può fare per la propria salute come spiegato anche qui: È corretto fare la guerra al sale? in particolare per la salute delle ossa e del cuore in quanto il magnesio è uno dei minerali più importanti per la funzione biologica.

L'insufficienza di magnesio provoca anche crampi muscolari. È interessante notare che ci sono prove che suggeriscono che avere un livello di magnesio sano può aiutare ad attenuare alcuni degli impatti negativi che i campi elettromagnetici possono avere sul nostro corpo. La ragione di ciò è dovuta al fatto che i campi elettromagnetici attivano i canali voltaggio-dipendenti nelle cellule e il magnesio è un bloccante naturale del canale del calcio.

DiNicolantonio specifica una dieta povera di sodio che contiene 1 cucchiaino di sale o 2.300 mg di sodio al giorno o meno. L'American Heart Association raccomanda anche quantità inferiore, suggerendo che le persone mangiano meno di 1.500 mg al giorno ovvero meno di 2/3 di un cucchiaino di sale. Le raccomandazioni di sale basso raramente prendono in considerazione anche l'assunzione di caffè, anche se il consumo di caffè è estremamente comune e esaurirà rapidamente le riserve di sale.

Consigli pratici

Se la tua dieta è a base di alimenti integrali, probabilmente questa è a basso contenuto di sodio poiché gli alimenti non trasformati non contengono molto sale. Di conseguenza potrebbe essere necessario assicurarsi di salare il cibo. Per quanto riguarda l'aggiunta, la raccomandazione generale è semplicemente quella di sale a piacere. In realtà non c'è la preoccupazione di esagerare con il sale perché ogni eccesso verrà espulso attraverso i reni. Secondo DiNicolantonio, una persona con reni sani può consumare almeno 86 grammi di sale al giorno.

Tutti gli studi dimostrano che il più alto rischio di eventi cardiovascolari e di mortalità precoce è correlato al basso apporto di sale rispetto a un'assunzione elevata di sale. Sto parlando di 7.000-8.000 mg di sodio al giorno. L'aumento delle mortalità cardiovascolari può essere solo del 20% circa, rispetto a 3.000-4.000 mg. Se hai un basso contenuto di sale, la mortalità per malattie coronariche può aumentare di quasi 2 volte.

James DiNicolantonio, Pharm.D.

Il nostro corpo ha un termostato salino incorporato che ci dice (praticamente) quanto bisogno abbiamo di sale regolando di conseguenza la voglia. Quindi imparate ad ascoltare il vostro corpo e ricordate che se sudate copiosamente o bevete bevande contenenti caffeina, avrete bisogno di assumere più sale del solito.

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.