Tutto quello che c'è da sapere sulla disidratazione

Tutto quello che c'è da sapere sulla disidratazione

Tutto quello che c'è da sapere sulla disidratazione

Merita Cami Salute

Tutto quello che c'è da sapere sulla disidratazione

Merita Cami Salute

Merita Cami Salute

1 1 1 1 1 Valutato 5.00 (8 Recensioni)

Quando si ignora o non si conosce come interpretare e cosa fare quando si sente di avere sete è facile disidratarsi, ecco tutto quello che c'è da sapere sulla disidratazione.

Ti è mai successo di non bere acqua per molto tempo e accorgerti di essere incredibilmente assetato per poi voler bere una bottiglia intera? Reintegrando liquidi ogni volta che il corpo ci fa sapere di avere sete può evitare la disidratazione. In genere, il meccanismo fisiologico della sete del corpo viene attivato prima della disidratazione, dando la possibilità d'integrare liquidi prima che sia troppo tardi.

L'eccezione a questa regola sono gli anziani e i bambini che sono particolarmente a rischio di disidratazione. Si stima che il 20-30% degli anziani sia disidratato, spesso perché non bevono quando sentono sete e il fatto che le persone quando invecchiano hanno meno acqua nel corpo. Anche i neonati e i bambini possono diventare rapidamente disidratati, soprattutto se sono malati e soffrono di vomito o diarrea.

Se la sete viene ignorata o non si riesce a bere abbastanza acqua o liquidi, durante la stagione calda - specialmente dopo aver fatto attività fisica - è facile disidratarsi senza rendersi conto più di tanto.

Perché il corpo ha bisogno d'acqua?

Il corpo è composto da circa 42 litri d'acqua che rappresentano circa il 50-70% del peso corporeo. Il sangue ha 85% d'acqua, i muscoli 80%, il cervello 75% e persino le ossa hanno 25% d'acqua; questo fatto indica l'importanza di questo liquido per la salute. Quindi cosa succede se non si beve abbastanza acqua?

Al primo posto ci sono i calcoli renali. Vi sono alcune ricerche che dimostrano che un'elevata assunzione di liquidi è legata a un minor rischio di alcuni tipi di cancro, come la vescica e il colon-retto. Anche il rischio delle cardiopatie coronariche fatali è stato collegato al consumo d'acqua: Uno studio mostra che le donne che bevono 5 o più bicchieri d'acqua al giorno riducono del 41% il rischio rispetto alle donne che bevono di meno; per gli uomini il rischio è ridotto del 54%.

Il corpo ha bisogno d'acqua per la circolazione del sangue, il metabolismo, la regolazione della temperatura corporea e la rimozione dei rifiuti. Se si è disidratati (anche moderatamente) possono risentirne anche l'umore e le funzioni cognitive. In uno studio su 25 donne, coloro che avevano sofferto di disidratazione dell'1,36% hanno avuto un peggioramento dell'umore, irritabilità, mal di testa e concentrazione più bassa e i compiti percepiti sono stati più difficili.

Il fatto di non bere abbastanza acqua può rappresentare un pericolo stradale secondo uno studio pubblicato sulla rivista Physiology & Behaviour che ha riscontrato che i conducenti disidratati hanno fatto il doppio degli errori durante una guida di 2 ore rispetto agli idratati.

La reazione del corpo quando manca acqua

Il corpo funziona in modo ottimale se adeguatamente idratato, mentre quando mancano liquidi si verificano cambiamenti biologici negativi. Quando ci troviamo in uno stato di disidratazione il fluido del tessuto cerebrale diminuisce, portando a cambiamenti nel volume del cervello. Il sangue diventa più spesso e circola meno, il che può portare a crampi muscolari e fa si che i reni trattengano l'acqua e la produzione di urina diminuisce. Inoltre, secondo Toby Mündel, professore di scienze dello sport ed esercizio fisico presso la Massey University in Nuova Zelanda:

Più il sangue diventa denso e concentrato, più difficile è per il sistema cardiovascolare compensare - aumentando la frequenza cardiaca per mantenere la pressione sanguigna. Quando il corpo disidratato è messo sotto sforzo, come quando si fa attività fisica o si trova sotto stress da calore, il rischio di esaurimento o di collasso aumenta. Questo può fare svenire in alcune situazioni, ad esempio quando ci si alza in piedi in fretta.

Avere poca acqua nel corpo ostacola i tentativi dello stesso di regolare la temperatura e può causare ipertermia (una temperatura corporea molto superiore al normale). A livello cellulare, il restringimento si verifica quando l'acqua viene presa in prestito per mantenere altri depositi, come il sangue. Il cervello percepisce questo e innesca una maggiore sensazione di sete.

Toby Mündel

I segni della disidratazione

Quando il corpo è disidratato, la mancanza d'acqua può manifestarsi in diversi segni e sintomi, tra cui:

Alitosi
La saliva è antibatterica, ma quando si è disidratati si ha una ridotta quantità di saliva in bocca. Ciò consente di prosperare ai batteri che causano gli odori.
Voglia di zucchero
La sete può camuffarsi da fame. La voglia di zucchero è particolarmente comune quando si è disidratati perché il fegato, che rilascia glucosio immagazzinato, richiede acqua per farlo. Amy Goodson, dietista sportiva dei Dallas Cowboys, ha detto: «Quando ti alleni e sei disidratato, usi il glicogeno (carboidrati immagazzinati) a un ritmo più veloce riducendo le riserve più rapidamente».
Declino atletico
Se sei nel mezzo di un allenamento, una riduzione del 2% del peso corporeo attraverso la perdita d'acqua può portare a un calo delle prestazioni fino al 10%, secondo la Goodson.
Diminuzione dell'attenzione e aumento della fatica
In uno studio del 2013, 20 donne giovani e sane sono state private di tutte le bevande per 24 ore. Sebbene non siano state osservate anomalie cliniche nei parametri biologici (urine, sangue e saliva), la sete e la frequenza cardiaca sono aumentate e la produzione di urina è stata drasticamente ridotta ed è diventata di colore più scura. Per quanto riguarda gli effetti dell'umore, gli autori hanno notato che gli effetti significativi sull'umore includono diminuzione dell'attenzione e aumento della sonnolenza, dell'affaticamento e della confusione. Altre ricerche hanno dimostrato che anche i livelli di disidratazione di appena l'1% possono influire negativamente sulle prestazioni cognitive.
Brividi
Se senti freddo senza motivo, potrebbe essere perché hai bisogno di bere almeno 1 bicchiere d'acqua. Quando sei disidratato, il corpo limita il flusso di sangue nella pelle e questo può farti sentire freddo.
Stitichezza
È un'altra delle conseguenze quando non si beve abbastanza acqua, poiché il corpo ritirerà l'acqua dalle feci per compensare ciò che gli manca. A sua volta questo rende le feci più asciutte e difficili da espellere.

Altri sintomi di disidratazione

Disidratazione lieve

  • bocca secca e appiccicosa
  • sonnolenza o stanchezza
  • pelle secca
  • mal di testa
  • vertigini
  • stordimento
  • poche o nessuna lacrima quando piangi
  • urina minima
  • pelle secca e fredda

Disidratazione grave

  • bocca secca e appiccicosa
  • sete estrema
  • sonnolenza o stanchezza
  • irritabilità e confusione
  • pelle secca
  • occhi infossati
  • mal di testa
  • pelle secca che non rimbalza quando la pizzichi
  • vertigini
  • bassa pressione sanguigna
  • stordimento
  • battito cardiaco accelerato
  • poche o nessuna lacrima quando piangi
  • respirazione rapida
  • urina minima e più scura del solito
  • febbre
  • crampi muscolari

Di quanta acqua ha bisogno il corpo?

C'è un bel dibattito su quanta acqua una persona media ha bisogno per rimanere in buona salute. Probabilmente hai sentito la raccomandazione di bere 8 bicchieri di acqua/giorno ed è spesso affermato come fatto scientifico. Tuttavia, non è così semplice, poiché molti fattori influenzano la quantità di acqua necessaria come l'età, lo stato di salute, i livelli di attività e il clima.

In una recensione pubblicata sull'American Journal of Physiology, il dott. Heinz Valtin della Dartmouth Medical School non trovò alcuna base scientifica per la regola di bere 8 bicchieri al giorno, la quale viene descritta più come un mito. Valtin mise a tacere anche alcuni miti riguardanti il consumo d'acqua.

Come Valtin afferma, la sete è così sensibile, veloce e precisa che è difficile immaginare che lo sviluppo evolutivo ci abbia lasciato con un deficit idrico cronico che deve essere compensato forzando l'assunzione dei liquidi. In definitiva, non è necessario impantanarsi cercando di capire la quantità esatta d'acqua di cui il corpo ha bisogno o tenendo traccia di quanti bicchieri hai bevuto.

Non ce n'è bisogno perché il corpo ti farà sapere.. Usare semplicemente la sete come guida per capire quanta acqua hai bisogno di bere è un modo semplice per aiutarti a soddisfare i bisogni individuali giorno dopo giorno. Puoi anche usare il colore della tua urina come guida. Se ha un colore giallo scuro, probabilmente non stai bevendo abbastanza acqua. Un colore giallo paglierino o giallo chiaro è in genere indicativo di un'adeguata idratazione. Se la quantità dell'urina è scarsa o se non urini da molto tempo (ore), anche questa è un'indicazione che non stai bevendo abbastanza.

Se sai di essere incline a ignorare la tua sete e a non bere quando il tuo corpo te lo segnala, allora dovresti prestare più attenzione e bere acqua ogni volta che senti sete. Nei neonati e nei bambini, rilevare la disidratazione può essere più complicato, ma se si notano i sintomi sopra descritti si può supporre che il bambino sia disidratato e si deve rivolgersi immediatamente a un medico.

Info contenuti

Informativa sui contenuti

Il presente materiale è da considerare come mera informazione. Non si intende e non si deve sostituire al consiglio dei medici. Non forniamo diagnosi mediche e non proponiamo trattamenti medici. Non è il nostro obiettivo sostituirci al supporto professionale dei medici o a quanto da loro prescrito. In nessun modo non disprezzare o ritardare il consiglio professionale dei medici per via di qualche informazione che hai letto qui.